Spese comunali dimezzate per i dehors a chi mantiene puliti i muri di Bologna

La Giunta e il Consiglio comunale di Bologna hanno approvato una modifica al regolamento comunale sul canone di occupazione di suolo pubblico, introducendo una riduzione del 50% per gli esercenti che aderiscono alle iniziative di partenariato sociale, compreso il decoro urbano. «La modifica al regolamento consente al Comune di proseguire nelle attività e azioni finalizzate a creare una filiera di interventi, sia da parte pubblica, sia privata, per la cura della città e la lotta al degrado, coinvolgendo nel sistema anche gli operatori commerciali che sono titolari di occupazioni di suolo pubblico per dehors», osserva Palazzo D’Accursio in una nota.

L’assessora al Commercio, Luisa Guidone, ha spiegato che l’iniziativa si inserisce nella strategia contro il vandalismo grafico, un obiettivo che l’amministrazione ha dichiarato fin dall’inizio del suo mandato. «Il partenariato si propone di coinvolgere attivamente i pubblici esercizi, invitandoli a prendersi cura dello spazio pubblico anche oltre la loro area di competenza. I pubblici esercizi, che normalmente dispongono di spazi esterni con tavoli e sedie, possono essere alleati naturali nella lotta al vandalismo grafico».

Collaborazione con Quartieri e associazioni di Categoria

L’assessora Guidone ha sottolineato l’importanza della collaborazione con i Quartieri interessati e le associazioni di categoria. «Lavoreremo con tutte le parti coinvolte per diffondere questa opportunità e trovare le migliori soluzioni tecniche caso per caso. Sebbene il tempo per presentare le domande per il beneficio nel 2025 sia limitato in questo primo anno, siamo fiduciosi che questo strumento crescerà nel tempo. Contiamo su un tessuto commerciale solido e responsabile, che ha a cuore la città».

Condividi