«Abbiamo bisogno depoliziotti promessi dallo scorso governo»: è la richiesta fatta dall’assessore alla Sicurezza urbana integrata Alberto Aitini durante il Question time di venerdì scorso in Comune corso rispondendo alle domande dei consiglieri Paola Francesca Scarano (Lega nord) e Claudio Mazzanti (Partito Democratico) sulla classifica sull’indice di criminalità delle province italiane pubblicata la settimana scorsa dal Sole 24 Ore. Bologna è al quarto posto.  

Nello specifico, la consigliera Scarano ha chiesto alla Giunta e al sindaco quali azioni si stiano mettendo in campo sull’incolumità degli anziani soggetti a scippi e furti in casa che provocano anche conseguenze fisiche nei loro confronti. Il consigliere Mazzanti ha richiesto un aumento delle dotazioni organiche delle Forze di Polizia.  

L’assessore Aitini ha innanzitutto rassicurato il Consiglio Comunale parlando delle azioni fatte fino ad oggi dall’amministrazione come il bando da 250mila euro per la sicurezza delle attività commerciali. Inoltre, l’assessore si è soffermato sul trend positivo del numero dei reati da alcuni anni grazie sia alle numerose denunce fatte dai cittadini sia al lavoro svolto dalle forze dell’ordine. Però poi ha sostenuto: «Bisogna che arrivino ulteriori agenti della Polizia di Stato e dei Carabinieri che sono stati promessi dallo scorso governo, in particolare dall’ex ministro dell’Interno Matteo Salvini, e che non sono ancora arrivati». Le assunzioni di nuovi agenti della Polizia Locale previste per l’anno prossimo infatti non basteranno e per questo invita il ministro Lamorgese a «passare dalle parole ai fatti».  

Condividi