Svastica o Falce e Martello, la lotta politica giovanile a Bologna è sui muri delle scuole

Non solo simboli politici, ma anche parole tra cui una in giallo che reca tutto maiuscolo “duce” alla quale sotto è stata aggiunta la scritta “appeso”.

All’incirca un mese dopo le elezioni politiche del 25 settembre accanto alla porta principale della sede del liceo Galvani di Bologna in via Castiglione sono apparsi, disegnate in vernice rossa, una falce e un martello e successivamente una svastica. Contemporaneamente alla comparsa del simbolo in rosso, l’account Instagram dell’Opposizione Studentesca d’Alternativa (OSA), ha pubblicato un video che raccoglie un insieme di clip di muri della città che vengono ricoperti di slogan antifascisti e tra questi compare chiaramente il simbolo che è poi stato ritrovato sul muro del Liceo Galvani. 

La stessa OSA con un post su Facebook ha dichiarato di ricevere e condividere le scritte apparse sui muri di diverse città e che: «le scuole sono il nostro campo di battaglia e non verrà lasciato un centimetro a chi cerca di riscrivere la storia». 

Non è la prima volta che il muro della sede in via Castiglione 38 viene imbrattato di simboli e slogan politici, infatti nonostante la falce, il martello e la svastica siano stati poco dopo rimossi, rimangono comunque altre scritte, tra cui ne risalta una in giallo che reca tutto maiuscolo “duce” alla quale sotto è stata aggiunta la scritta “appeso”. Per quanto riguarda l’accaduto e le eventuali misure messe in atto non ci sono state comunicazioni ufficiali da parte della scuola. 

 

Condividi