Il teatro diffuso, esperienze di teatro nella salute mentale in Italia 

Una rete nazionale che ponga le basi per avviare una collaborazione tra il mondo del teatro e i Dipartimenti di Salute Mentale italiani. È l’obiettivo di “Il teatro diffuso: esperienze di teatro nella salute mentale in Italia”, una due giorni a Bologna (domani e mercoledì 22 gennaio) in cui operatori teatrali, associazioni, centri servizi per il volontariato, enti pubblici, e Dipartimenti di Salute Mentale (DSM) si incontreranno per coinvolgere le diverse esperienze teatrali della salute mentale. 

Si inizierà con un workshop ad invito al teatro Arena del Sole in via Indipendenza, mentre mercoledì 22 gennaio (8.30-14, Aula Magna della Regione Emilia-Romagna, viale Aldo Moro 30), è in programma l’incontro aperto al pubblico (pre-iscrizione consigliata al link https://bit.ly/2N99kRo) in cui saranno presentati gli esiti del workshop frutto di un confronto fra gli “attori” di questo processo di portata nazionale. 

Durante le due giornate sono possibili “imprevisti teatrali” a cura delle compagnie e dei gruppi. L’evento è dedicato a Claudio Misculin e Alessandro Fantechi recentemente scomparsi, due registi che hanno fortemente contribuito alla crescita di questo movimento teatrale. 

Quello de “Il teatro Diffuso” è una tappa importante del percorso che vede l’Emilia-Romagna protagonista già da diverso tempo di azioni, eventi e progetti fra cui “Movimenti”, circuitazione di spettacoli teatrali delle diverse compagnie dei DSM in cartellone nelle stagioni di prosa dei teatri regionali.  

 

foto: Arte e salute Onlus

Condividi