Coronavirus Emilia-Romagna, nuove restrizioni: in bicicletta solo per necessità

In bicicletta solo per lavoro, salute o altre necessità – come fare la spesa, non per passeggiate. Chiusi parchi e giardini pubblici. A piedi solo si può fare una passeggiata ma solo per giustificata attività motoria legata a motivi di salute, oppure per portare il cane a fare i bisogni (in questo caso bisogna restare vicino casa). Sono le nuove misure restrittive in vigore da oggi (fino al 3 aprile) previste in una nuova ordinanza firmata dal presidente della Regione, Stefano Bonaccini, per tamponare la diffusione del contagio da Coronavirus. 

La firma di questa nuova ordinanza è arrivata nella serata di ieri, la giornata più nera per la regione riguardo i contagi e i morti (65 decessi in 24 ore). 

Inoltre, le nuove restrizioni riguardano anche gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande che sono collocati nelle aree di servizio e di rifornimento carburante è consentita unicamente lungo la rete autostradale e lungo la rete delle strade extraurbane principali.Se invece questi esercizi si trovano lungo le strade extraurbane secondarie, la loro apertura è consentita limitatamente alla fascia oraria che va dalle 6.00 alle 18.00, dal lunedì alla domenica. Non è consentita, invece, la normale apertura per gli esercizi che si trovano nelle aree di servizio e rifornimento collocate nei tratti stradali interni ai centri abitati. 

Condividi