Rubavano nelle auto, denunciati per furto e per non aver rispettato le misure anti Coronavirus

Approfittando del fatto che le persone non escono di casa per le misure del governo per tamponare la diffusione del Coronavirus, hanno spaccato il finestrino di una Land Rover parcheggiata in via Asiago a Bologna, ma sono stati scoperti sul fatto dai carabinieri: in mano avevano alcuni strumenti da scasso e la refurtiva (oggetti personali). Così due ladri, un 25enne ucraino residente in Provincia di Agrigento e un 39enne bolognese, sono stato arrestati la scorsa notte per furto aggravato in concorso e denunciati per inosservanza dei provvedimenti, ovvero per non aver rispettato le misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 applicabili sull’intero territorio nazionale. 

Condividi