Aggrediscono i carabinieri durante il coprifuoco, 4 arresti

I carabinieri hanno fermato 2 uomini perché erano in giro di notte durante il coprifuoco. Arrestato uno perché li ha aggrediti, altri 3 hanno poi di nuovo aggredito i carabinieri davanti la caserma per cercare di liberare l’amico.

Hanno aggredito i carabinieri impegnati nei controlli anti Covid-19 e sono finiti in manette. È successo la notte del 27 dicembre a Castello di Serravalle, nel Bolognese, quando, durante un servizio di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica, i carabinieri  si sono avvicinati per identificare due uomini che stavano camminando sotto i portici di via Marconi durante il coprifuoco. Raggiunti, uno dei due è scappato, l’altro invece, un 33enne rumeno residente a Legnago, nel Veronese, li ha aggrediti ed è finito in manette. 

Durante il trasferimento dell’arrestato, i carabinieri sono stati “attaccati” all’ingresso della caserma da altri 3 uomini che volevano liberare l’amico in manette. I militari sono riusciti a difendersi, neutralizzando la minaccia e arrestando gli altri tre criminali. Oltre al 33enne rumeno, sono finiti in manette per resistenza, minaccia e lesioni a un pubblico ufficiale, altri tre rumeni, un 30enne di Legnago, un 29enne di Castello di Serravalle (BO) e un 28enne di Bazzano (BO). 

Durante la difesa della caserma e le fasi dell’arresto, i militari sono rimasti lievemente feriti. Medicati dai sanitari del Pronto Soccorso dell’Ospedale di Bazzano (BO), sono stati dimessi con prognosi di 5 e 15 giorni. Su disposizione della Procura di Bologna, i quattro, sono stati trattenuti in camera di sicurezza, in attesa di comparire davanti all’Autorità giudiziaria per l’udienza di convalida dell’arresto, prevista per oggi. 

Condividi