In Appennino bolognese un corso gratuito per diventare autotrasportatori 

Si tratta di un corso gratuito che permette di formare figure inseribili nel settore del trasporto merci per l’Appennino bolognese. 

Sull’Appennino bolognese si aprono delle opportunità lavorative nell’ambito dei trasporti. Insieme per il Lavoro, infatti, promuove un corso di formazione per il conseguimento della patente C-CQC ed è rivolto, principalmente, ai residenti della montagna bolognese. Per poter partecipare sono necessari alcuni passaggi: primo fra tutti l’iscrizione a Insieme per il lavoro. Una volta iscritti saranno accertati i requisiti primo fra tutti essere in possesso della patente B e avere una conoscenza avanzata della lingua italiana. È inoltre richiesto di non avere limitazioni per il conseguimento delle patenti professionali e di essere disponibili a turni ed orari in linea con le esigenze del settore. 

Si tratta di un corso gratuito che permette di formare figure inseribili nel settore del trasporto merci, data la forte richiesta delle aziende del territorio. Il corso sarà composto da una parte teorica intensiva di un paio di mesi, che vedrà impegnati i partecipanti per 5 giorni a settimana dal lunedì al sabato. Successivamente, al superamento dell’esame di teoria, verrà consegnato il foglio rosa e nei mesi a seguire si potranno fare le ore di guida e poi sostenere gli esami di pratica e la CQC. Le lezioni si svolgeranno in presenza a Sasso Marconi, presso la scuola guida convenzionata con l’Ente di formazione che eroga il corso. Il link per le iscrizioni è questo.

Insieme per il Lavoro è un progetto promosso da Comune, Città metropolitana e Arcidiocesi di Bologna, con la partecipazione della Regione Emilia-Romagna. Il network comprende associazioni, sindacati e soggetti non profit che hanno scelto di mettere insieme strumenti e risorse per l’inserimento lavorativo e per l’innovazione sociale nel territorio della Città metropolitana di Bologna, l’ente locale che rappresenta una federazione di 55 comuni e 7 Unioni di comuni. 

Condividi